Landing page efficace: come realizzarla + 10 caratteristiche chiave

Partiamo da una definizione specifica e precisa di cos’è una landing page, per poi addentrarci nella zona calda e capire come dovrà essere la TUA landing page efficace.
Landing page efficace
17 Aprile 2020
Hai già sentito parlare di landing page? Possiamo definirla come una pagina web autonoma sulla quale gli utenti arrivano dopo aver cliccato il link in un annuncio, un’email, un SMS o altro. Il suo obiettivo principale è far compiere all’utente una conversione (dopo capiremo meglio di cosa intediamo per conversione).
In questo particolare momento, riuscire a realizzare delle landing page efficaci, che ti permettano di ottenere risultati tangibili è ancora più importante. In molti casi, infatti, il digital è l’unico canale per comunicare con i clienti (e guidarli all’acquisto).

E allora non perdiamo altro tempo! Partiamo da una definizione specifica e precisa di cos’è una landing page, per poi addentrarci nella zona calda e capire come dovrà essere la TUA landing page.

Indice dell’articolo:
Cos’è una landing page?
Landing page vs home page: perché sono diverse
Le 2 categorie di landing page

10 caratteristiche di una landing page efficace
Ed ora crea la TUA landing page efficace



Se vuoi, c'è anche la versione video dell'articolo🔥:

Landing page efficace: come realizzarla + 10 caratteristiche chiave

In questo particolare momento, riuscire a realizzare una landing page efficace, che ti permetta di ottenere risultati tangibili è ancora più importante. Ecco perché e come fare.


Cos’è una landing page?

Come accennavamo nell’introduzione, il termine inglese landing page può essere tradotto come “pagina di atterraggio” perché si tratta appunto di una pagina web sulla quale gli utenti arrivano dopo un nostro invito.

Capiamo bene questo concetto: le landing page di solito non sono pagine che trovi girovagando per il web, ma si tratta di pagine specifiche in cui arrivi dopo aver cliccato qualcosa. Per esempio:

  • Un SMS con link
  • Un’email
  • Un annuncio su Facebook/Instagram/Linkedin
  • Una Google Ads
  • Un banner
  • Inquadrando uno specifico qr code che trovi su volantini, manifesti o altro

Una volta che gli utenti si trovano sulla landing page, il tuo obiettivo è incoraggiarli ad intraprendere un’azione specifica, come lasciarti il loro contatto, iscriversi ad un evento o acquistare un prodotto. Se l’utente porta a termine l’azione, la landing page è riuscita a “convertirli” e hai la prova che la tua landing page è efficace 🔥

In genere, in una landing page si stimola l’utente a compiere un’unica azione (e non più di una). Perché?
Entra in gioco il fenomeno che gli studiosi chiamano “il paradosso della scelta”: più opzioni offri alle persone, più difficile sarà per loro prendere una decisione ed agire.
Immagina di offrire agli utenti un codice sconto, in cambio del loro contatto. Se nella tua landing page, oltre al form di raccolta contatto, inviti anche i tuoi utenti a visitare il blog, ad acquistare un prodotto in offerta e a guardare l’ultimo video uscito nel tuo profilo Instagram… beh, stai man mano diminuendo la possibilità che gli utenti ti lascino il loro contatto e scarichino il coupon sconto.

Perché? Semplice, hai allontanato la loro attenzione dal tuo obiettivo principale.
Questo è il concetto base fondamentale per realizzare una landing page efficace: troppe scelte possono sopraffare gli utenti, causando una sorta di blocco e portandoli a non agire affatto. Non scaricheranno il coupon, non acquisteranno il prodotto, non andranno a vedere il video su Instagram. È importantissimo concentrarsi su un singolo invito all’azione (che in gergo markettaro chiamiamo Call to Action – CTA) anziché su 3 o 4.

Landing page vs home page: perché sono diverse

Ma se una landing page è una pagina di atterraggio, allora è simile all'home page del mio sito? Ci sono alcune caratteristiche che le accomunano, come la necessità di far comprendere subito di cosa si tratta, di spiegare al volo i punti di forza di un prodotto/servizio e di usare immagini accattivanti.
Esistono però 3 caratteristiche fondamentali proprie delle home page e NON ritroviamo nelle landing page:

  1. Molti link diversi: in una tipica home page troverai di norma almeno 10 link. Di solito abbiamo il menù di navigazione in alto, il footer con i collegamenti in fondo alla pagina e varie fasce di contenuto che rimandano alle diverse sezioni del sito. Al contrario, in un landing page efficace ci sono sicuramente meno link, talvolta solo uno: il link per effettuare la conversione.
  2. Call to action meno specifiche. L’home page del tuo sito è la pagina di presentazione del prodotto/servizio che offri. È il contenitore che racchiude i principali argomenti del sito e spinge gli utenti a visitarli. Le call to action spesso usate nell’home page sono “Scopri di più”, “Maggiori informazioni”, “Vai ai prodotti” e non “Scarica il coupon” o “Scarica l’e-book” (che invece sono inviti all’azione molto più specifici, tipici della landing page).
  3. Livelli di coinvolgimento diversi: gli utenti che visitano l’home page del tuo sito, possono essere arrivati lì per svariati motivi, ma il più delle volte non hanno ancora deciso cosa vogliono. Potrebbero curiosare, dare un occhio ai prodotti, ma chi visita la tua landing page… beh, ha mostrato uno specifico interesse per ciò che offri. Sono arrivati più avanti nel ciclo di vita del cliente e sono pronti alla conversione.

È importante quindi non confondere landing page con home page, perché come vedi sono due cose completamente differenti.

Le 2 categorie di landing page

In linea generale ci sono due grandi categorie di landing page: quelle con l’obiettivo di generare lead e quelle costruite per portare l’utente allo step successivo (es. acquisto). Andiamo a vederle nel dettaglio.

Landing page lead capture

Le landing page lead capture sono delle pagine web che hanno come obiettivo la lead generation. > Cosa significa lead generation e come farla? ✅ Ecco una guida completa

Come fare lead generation: 5 strategie + esempi

Lead Generation: cosa vuol dire, a cosa serve e come fare lead generation? Lo scopriremo insieme 🔥



In breve, fare lead generation significa raccogliere contatti interessati o potenzialmente interessati ai tuoi prodotti o servizi. Ma come farlo?
Semplice, con un form di raccolta contatti. La caratteristica principale di una landing page lead capture è il form web: la compilazione del modulo è la call to action della pagina (l’azione che vogliamo che l’utente compia).

Di solito funziona così: in cambio di un 🧲lead magnet, un coupon sconto, un omaggio, una tessera fedeltà, l’azienda chiede all’utente i suoi dati come nome, cognome, email, numero di cellulare. A seconda del livello di interesse che il lead ha verso la tua attività puoi richiedere anche dati più specifici, come la data di nascita, i titoli di studio o altro. Queste informazioni ti serviranno per ricontattare l’utente. Più informazioni hai, più potrai instaurare un rapporto efficace. L’obiettivo della lead generation è avvicinare questi potenziali clienti al tuo brand per condurli con il “lead nurturing” all’acquisto prima e alla fidelizzazione poi.

Per esempio, sapendo il genere puoi inviare campagne differenziate tra uomo e donna, conoscendo la data di nascita puoi impostare dei messaggi di augurio compleanno automatici e così via. Una volta che hai il contatto, tante sono le strategie per tenertelo stretto 😉 Le landing page con obiettivo lead generation sono una risorsa fondamentale per la tua azienda, a maggior ragione in questo momento in cui le persone probabilmente non arrivano “fisicamente” nel tuo negozio, ma le puoi raggiungere online.

Landing page Click-Through

A differenza delle landing page di lead generation, incentrate sul modulo raccolta contatti, nelle landing page click-through (dette anche squeeze page) l’elemento focale è il pulsante call to action (CTA). La stessa call to action può venire ripetuta diverse volte all’interno della landing.
Quando l’utente clicca sul pulsante, ecco che viene reindirizzato su una pagina in cui completare l’azione desiderata. Per esempio, se sul pulsante c’è scritto “Acquista ora” probabilmente cliccando l’utente arriverà sulla pagina del checkout del pagamento. L’obiettivo della pagina è convincere l’utente a comprare quel prodotto o servizio. Per questo molte volte, oltre al pulsante CTA, le landing page click-through includono dettagli sul prodotto, testimonianze da parte di altri clienti e video esplicativi.

10 caratteristiche di una landing page efficace

Ci siamo: ora che hai ben chiaro cos’è una landing page e perché ne dovresti avere bisogno, non ci resta che capire come strutturare una landing page efficace, che ti permetta di raccogliere il contatto o far compiere l’invito all’azione. Ecco quindi 10 caratteristiche che una pagina di atterraggio deve avere.

🔴 1. Titolo che colpisca!
Non limitarti al primo che ti viene in mente, deve convincere davvero il tuo utente e compiere l’azione che desideri. Puoi attirare l’attenzione con parole chiave come “GRATIS” o “Adesso” oppure lavorare sulla leva della scarsità “Ultimi posti disponibili”. Insomma, dacci dentro con la fantasia e scrivi un titolo che vada dritto al tuo obiettivo.

🔴 2. Sottotitolo di supporto
Sottovalutare il sottotitolo è un errore da non commettere 😬 Bastano poche parole unite in due tre frasi, che riescano a riassumere quello che l’utente troverà nella pagina.
Devi riuscire a snocciolare proprio nel sottotitolo il perché l’utente dovrebbe compiere l’azione, quali vantaggi ci sono per lui e quali problemi puoi risolvere. Se offri più soluzioni o vantaggi, scrivili utilizzando elenchi puntati o numerati: questo faciliterà la lettura e la comprensione.

🔴 3. CTA visibile
Che il tuo invito all’azione sia un pulsante o il form di raccolta contatti, fai in modo che sia ben visibile.
Se la tua pagina è abbastanza lunga, può essere utile inserire la call to action all'inizio e alla fine, e persino nel mezzo. Dai più di un’opportunità di conversione all’utente, così da aumentare le possibilità di successo, ma non esagerare 😉

🔴 4. Una sola azione
Non ci dilunghiamo su questo che ben l’abbiamo spiegato prima, ma mi raccomando: evita link di approfondimento o tanti pulsanti da cliccare. Non distrarre l’utente dalla sua missione!

🔴 5. Spiega le promesse
Se prometti un coupon sconto per chi compila il form, spiega come lo riceveranno, in che modo possono utilizzarlo e l’eventuale data di fine validità. Cerca di essere il più trasparente possibile e di non lasciare in sospeso delle incognite che potrebbero fermare l’utente dal compiere l’azione.

🔴 6. Cerca di suscitare emozioni
Si sa: una buona comunicazione per colpire a segno deve generare una sensazione. Per aumentare l’efficacia della tua landing è importante provare ad entrare in empatia con i tuoi potenziali clienti.
Fermati un attimo e prova a riflettere: quali colori ti caratterizzano, quali immagini possono suscitare la voglia di cliccare sul pulsante. Utilizza foto o video che “parlino” di te, del tuo prodotto, del beneficio che da il tuo prodotto.

Per esempio, se sei un’erboristeria e con la landing page vuoi vendere la nuova linea di 🧼 sali da bagno, cerca di far immergere l’utente nei profumi, nella morbidezza, nelle coccole che un rilassante bagno ci può regalare. Ed ecco che un’immagine così, beh, trasmette bene questa sensazione:

🔴 7. Assicurati che la pagina sia responsive e veloce
Quando scegli lo strumento per realizzare la tua landing page, tieni sempre conto che deve permetterti di realizzare pagine:

  • responsive, ovvero usabili anche da mobile (tablet o smartphone) oltre che da desktop. Hai presente quelle pagine che aperte da smartphone si “sformano” e non si capisce più nulla? Ecco, quello è da evitare come la peste!
  • veloci nel caricamento, perché l’utente non aspetta. Pochi secondi e poi si potrebbe stufare. Accertati che il tool che utilizzi comprima le immagini e ti assicuri velocità. Con Smshosting puoi creare landing con la sicurezza che siano responsive e veloci ✅

🔴 8. Inserisci riferimenti e social button
Alla fine della landing page ricordati di inserire sempre i riferimenti (nome dell’azienda, telefono, email, indirizzo). Offrire la possibilità di essere contattato per domande o dubbi è un modo per rassicurare l’utente che tu ci sei, che una volta effettuato l’acquisto o compilato il form, per qualsiasi domanda ti possono scrivere o chiamare.
Ti consigliamo anche di inserire i bottoni social, con il link alle tue pagine. Questo perché anche se l’utente non copierà l’azione che desideri, potrebbe comunque essere incuriosito ed andarti a “spiare” nei social. 🔴 9. Sistema i tag open graph
Ti è mai capitato di condividere una landing page nei tuoi canali social, ma non ottenere graficamente l'effetto che speravi? Ecco un video tutorial che ti spiega come condividere correttamente la tua pagina web usando i Tag Open Graph nella nostra piattaforma Smshosting. Prima di passare a qualsiasi sponsorizzazione della landing page, assicurati che l’anteprima di condivisione sia come ti aspettavi!

Come condividere correttamente una landing page nei Social

✅ Ecco un video tutorial che ti spiega come condividere correttamente la tua landing page


🔴 10. Testa e prova diverse varianti
Titolo, immagini, video, testi, inviti all'azione. Ogni elemento della landing page può aiutarti a migliorare il risultato o a peggiorarlo. Il nostro consiglio è: testa, chiedi, fai delle prove. Magari prepara due varianti e chiedi ad amici e colleghi quale versione a colpo d’occhio sembra loro più efficace. Tieniti sempre pronto a modificare e migliorare i contenuti.

E se non ottieni i risultati che speravi, non demordere ma prova a ripartire da capo, respirare e capire dove migliorare la tua landing page! Non è detto che all’inizio la tua pagina sia perfetta, ma con il tempo la puoi far diventare super mega efficace!

Ed ora crea la TUA landing page efficace

Ci siamo: ora hai in mano tutti gli elementi per realizzare la tua landing page!
Hai ben chiara la conversione che vuoi ottenere? Bene, allora tieni a mente quanto detto in questo articolo e preparati per creare una landing page che faccia breccia nel cuore dei tuoi clienti.

Ma da dove partire? La buona notizia è che con la nostra piattaforma Smshosting puoi costruire una landing page accattivante senza avere alcuna competenza tecnica. E non è finita qua: creando un account gratuito hai a disposizione ✅1 landing page GRATIS (se poi ne vuoi creare altre, passa al piano Premium con 16€ al mese). Non ti resta che:

  1. Iscriverti gratuitamente a Smshosting o accedere se sei già iscritto
  2. Seguire questo video tutorial 👇

Buon lavoro 💪😊

Come creare una Landing Page

Come creare una landing page se non hai competenze specifiche? È semplice, non serve avere un sito web ed è gratuito!

Crea GRATIS la tua landing page

Prova gratis senza vincoli
Promo +10% Extra Credito SMS
fino a fine mese.